lunedì 13 febbraio 2012

L'angolo della paturnia

Mi viene in mente quella scena del film "Colazione da Tiffany" in cui Holly parla con il suo amico Paul delle paturnie.


"Io vado pazza per Tiffany, specie in quei giorni in cui mi prendono le paturnie"
"Vuol dire quando è triste?"
"No... Uno è triste perché si accorge che sta ingrassando o perché piove, ma è diverso. No, le paturnie sono orribili: è come un'improvvisa paura di non si sa che. E' mai capitato a lei?"

Mi viene in mente non perché mi senta anche solo vagamente simile a Audrey Hepburn (se non per la voglia di croissant), anzi, mi sento molto più simile a Calimero (il motto "Non è nero, è solo sporco" sta a Calimero come "Non è isterica, è solo incinta" sta alla sottoscritta) e non vado neanche pazza per Tiffany. Mi viene in mente quel film solo perché ho anche io le paturnie.

E non sono paturnie degne di un film da storia del cinema. E' solo... Il mal di denti. E' questa la novità del giorno, il mal di denti. Che le gengive, in gravidanza, tendano a sanguinare è noto. Ieri sera però ho iniziato a sentire le gengive pulsare insistentemente dalle parti di uno dei denti del giudizio superiori e da lì sono esplosi il mal di denti e, in rapida successione, le paturnie. Perché le gengive sanguinanti ok, le contrazioni ok, l'acidità di stomaco ok, il diaframma spappolato ok, ma anche il mal di denti no. E le paturnie, sì.

Quelle paturnie per cui la sera si sente addosso la tensione muscolare che coincide con un vago, ma totalizzante, senso di insoddisfazione. Quelle paturnie per cui trascorri una mezz'ora buona al telefono sperando che l'interlocutore sappia dire qualcosa che non ti  aspetti che spazzi via l'inappagamento, ma altro non è che un circolo vizioso, si sa che non c'è la formula magica anti paturnie e alla ci si sente ancora più senza speranza, ma in gabbia. Quelle paturnie per cui vai a dormire pensando che avresti voluto che la tua giornata fosse diversa, ma che è ormai irrimediabilmente passata e non bastano i buoni propositi per il giorno successivo per colmare il vuoto. Quelle paturnie per cui si inizia a leggiucchiare qualcosa per caso intorno a mezzanotte e all'improvviso ci si rende conto che sono quasi le 3 di notte e poi la mattina dopo si ha un mal di testa tipo quelli da post sbornia.

Poi arriva un messaggio del tuo operatore telefonico che ti dice "Attiva subito la tariffa young!" e tu di young hai solo la tempesta ormonale e vorresti scagliare il telefonino contro il muro. E ti viene un'altra paturnia.

Ohi ohi ohi... Inaugurerò l'etichetta "muro del pianto" e questo post sarà il primo a essere catalogato così di pieno diritto. Almeno mi sentirò così patetica, ma così patetica che mi verrà da ridere.

PS: mi confronto sul tema "mal di denti" con altre pancione e scopro che tante altre hanno lo stesso problema. Un po' come quando mi sono stati chiesti aggiornamenti sulle mie contrazioni: a quanto pare, tutte le hanno, tutte le hanno avute. Allora perché non lo hanno detto prima? Mi sarei risparmiata qualche paturnia!


2 commenti:

  1. ciao!! anche a me sanguinavano le gengive...però non mi facevano male i denti!! e contrazioni negli ultimi periodi mi ricordo mi veniva ogni tanto la pancia durissima ma durava poco e non sentivo nulla...vedrai quali sono quelle vere!! preparati allora ;) inspira, espira...l'importante è stare tranquille! ;) Leggiti il post del mio parto, è divertente :) ciao ciao
    http://mammastudia.blogspot.com/search/label/parto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh! Grazie Mamma Cì, allora cercherò il post!

      Elimina